Con il fiume nel cuore. La quasi leggenda del Lambro

Roberto Albanese
Data di pubblicazione 2012
Collana L’onda della Storia
24 x 17 – Pagine 128 – Illustrato – Euro 22,00
ISBN 978-88-95354-17-0

“Nonna perché il Lambro è nero?” Da qui un’anziana signora trae lo spunto per raccontare, all’indomani del disastro della Lombarda Petroli del febbraio 2010, la sua quasi leggenda del Lambro. Sul filo della memoria e del desiderio di un fiume pulito, il romanzo sviluppa un racconto ambientato nella Brianza dell’Ottocento. È la storia degli ostacoli incontrati da un gruppo di donne e da Mosè De Tintori, imprenditore tessile, inquinatore inconsapevole, che insieme si pongono in cammino verso la “conversione ecologica”. Grazie a Ester-Rugiada, lavandera ecologista ante litteram, l’essere d’acqua che è custode della Vasca del Siloe, Mosè scopre l’importanza della relazione con la natura, vero tesoro del fiume, e fa la scelta di rendere la sua azienda, come si direbbe oggi, “ambientalmente sostenibile e socialmente responsabile”.

L’età storica della rivoluzione industriale rappresenta lo sfondo integratore di una riflessione immaginifica sulle questioni di oggi della protezione dell’ambiente, della riforma dello stile di vita e dello sviluppo sostenibile. Questo libro, che indica nelle note, volutamente numerose e approfondite, fonti e documenti relativi agli eventi citati, vuole essere insieme romanzo storico e racconto di fantasia.

StampaEmail